TRATTAMENTI DI MEDICINA ESTETICA

Carbossiterapia

Si tratta di una tecnica che si può utilizzare per risolvere i vari inestetismi del del corpo ed anche curare varie patologie mediche.

Può essere impiegata per inestetismi vascolari, cutanei e sottocutanei. In particolare per la cellulite, le adiposità localizzate, la lassità cutanea, le smagliature, la bioristrutturazione il ringiovanimento, le cicatrici, il body contouring e la rivitalizzazione dei genitali esterni.

INFORMAZIONI:

La carbossiterapia è una procedura non chirurgica utilizzata in medicina estetica, in cui viene somministrata anidride carbonica allo stato gassoso da un macchinario specifico per via sottocutanea o per via intradermica attraverso degli aghi di piccolissime dimensioni (30G).
La CO2 a scopo terapeutico veniva già utilizzata negli anni ’30 in Francia, nella stazione termale di Royat, per il trattamento delle arteriopatie obliteranti. Molti studi hanno successivamente dimostrato come questo gas influisca sulla circolazione, incrementando il flusso e la pressione sanguigna attraverso la sua azione vasomotoria.
Difatti, in seguito alla sua somministrazione per via sottocutanea, l’anidride carbonica è in grado di incrementare il flusso ematico locale mediante: L’aumento della sfigmicità arteriolare e metarteriolare, ossia l’aumento della
dilatazione e della ritrazione delle pareti elastiche di arteriole e metarteriole, che favorisce la spinta del sangue dal flusso ematico al microcircolo.

Il rilassamento delle cellule muscolari lisce presenti a livello degli sfinteri precapillari.
Gli effetti dell’anidride carbonica, tuttavia, non finiscono qui. Questo gas, infatti, agisce anche a livello del tessuto adiposo, dove è anche in grado di:
Indurre l’attivazione di una cascata di segnali che culmina con la stimolazione dell’attività della lipasi intradipocitaria, l’enzima che idrolizza i trigliceridi presenti all’interno degli adipociti portando alla formazione di acidi grassi e glicerolo;
Aumentare la concentrazione locale di ossigeno attraverso l’incremento dell’effetto Bohr (effetto per il quale si assiste al rilascio di molecole di ossigeno da parte dell’emoglobina in risposta a una diminuzione locale del pH e a un aumento della concentrazione locale di anidride carbonica). L’aumento del rilascio di ossigeno favorisce i processi catabolici di ossidazione degli acidi grassi, per i quali la presenza di questo gas è fondamentale.

Dopo aver espletato queste numerose funzioni in seguito alla sua iniezione, l’anidride
carbonica viene allontanata dall’organismo mediante i meccanismi endogeni di eliminazione
che vengono utilizzati anche in condizioni fisiologiche.

CAMPI DI APPLICAZIONE
– Adiposità localizzata
– Body contouring e Anti-aging
– Lipomatosi
– PEFS
– Dermatologia
– Psoriasi
– Smagliature e cicatrici
– Lassità cutanea
– Flebologia e patologie vascolari
– Insufficienza venosa
– Sindrome delle gambe senza riposo
– Linfedema
– Acrocianosi
– Sindrome di Raynaud
– Ulcere cutanee
– Alopecia areata
– Disfunzione erettile e disfunzioni sessuali femminili
– Terapia del dolore e medicina sportiva
– Veterinaria

Altri Trattamenti di Medicina Estetica

Visita le pagine degli altri servizi che puoi trovare al DNA Laser Science.

Altri Trattamenti di Medicina Estetica

Visita le pagine degli altri servizi che puoi trovare al DNA Laser Science.

BIOSTIMOLAZIONE E PEELING

BIOSTIMOLAZIONE E PEELING

vai alla pagina

CARBOSSITERAPIA

CARBOSSITERAPIA

vai alla pagina

FILLER E BOTULINO

FILLER E BOTULINO

vai alla pagina

LASER

LASER

vai alla pagina

LINFODRENAGGIO

LINFODRENAGGIO

vai alla pagina

VELASHAPE

VELASHAPE

vai alla pagina